Porquerolles

Dopo Avignone e dopo aver attraversato la Francia attraverso Normandia, Bretagna, Loira, Alvernia e Provenza, ci regaliamo qualche giorno di totale relax sull’isola di Porquerolles.

Porquerolles è l’isola più grande e la più occidentale del piccolo arcipelago delle Isole di Hyères, in Provenza.

Il villaggio di Porquerolles, con il suo piccolo porto, ha dato il nome a tutta l’isola ed è abitato da circa 200 persone che vivono essenzialmente di turismo. Il villaggio stesso fu stabilito nel 1820 mentre tutta l’isola fu acquistata nel 1912 dall’imprenditore belga François Joseph Fournier, apparentemente come regalo di nozze per la moglie; fece piantare 500 acri di vigneti che produssero uno dei primi vini provenzali chiamati vin des Côtes de Provence.

Per raggiungere Porquerolles, lasciamo l’auto al porto di Hyères e in tarda mattinata, insieme a un’orda di turisti armati di borse termiche, traghettiamo sull’isola.

IMG_6769

L’isola è un luogo incontaminato, due terzi delle sue spiagge, pinete e macchia mediterranea sono protetti e fanno parte del Parc National de Port-Cros. Inoltre sull’isola i veicoli a motore sono vietati ad eccezione di permessi eccezionali riservati ai residenti. Sull’isola infatti si arriva, si gira a piedi o in bicicletta, e a meno che abbiate un albergo prenotato, con l’ultimo traghetto delle 18.30 si va via.

Insomma sulla carta ci aspettano 5 giorni da sogno…. ma nei giorni successivi ci accorgeremo che non è proprio così. Non avevamo fatto i conti con Agosto e con circa i 6000 turisti che ogni giorno si riversano sull’isola!

Ma torniamo a noi, arrivati sull’isola andiamo in albergo. Per questi giorni di relax abbiamo scelto l’Ostaou, una pensione, molto cara (purtroppo) che si affaccia direttamente sulla piazza principale, Place d’Armes.
Place d’Armes è il cuore pulsante di questa piccola isola, intorno alla piazza si riuniscono tutti i ristoranti, i bar e i negozi dell’isola.

IMG_6786

IMG_6785

Noleggiamo le biciclette e armati di cartina presa all’ufficio turiistico, ci lanciamo alla scoperta dell’isola! Ma ecco la prima amara scoperta. Per diminuire il rischio di incendi sull’isola, da Luglio ad Agosto, i sentieri nell’entroterra vengono chiusi (è consentito fumare solo nel villaggio), così non ci resta che pedalare lungo la costa e andare alla scoperta delle spiagge dell’isola.

IMG_6821

Le spiagge di Porquerolles non sono attrezzate e facendo parte del Parc National de Port-Cros sono lasciate il più naturali possibile. Il mare è bellissimo, di un azzurro intenso, pulitissimo ma anche freddissimo!

La prima spiaggia che si incontra è Plage de la Courtade a est del porto. Proseguendo sempre a est si incontra Plage de Notre-Dame, la più lunga e pittoresca.

A ovest invece del villaggio c’è Plage d’Argent, qui si trova anche un bar-ristorante. Proseguendo sempre a ovest si trova invece Plage du Langoustier.

IMG_7038

 

Il paesaggio è fantastico, purtroppo però le spiagge sono letteralmente prese d’assalto. Avete presente quando la spiaggia sparisce sotto a centinaia di asciugamani colorati uno appiccicato all’altro? Ecco, così!

IMG_6861

Porquerolles però, poco prima del tramonto diventa infatti il paradiso che tanto avevamo sognato. Una volta imbarcato l’ultimo turista sull’isola, sul villaggio scende un meraviglio silenzio.

IMG_6790

Il villaggio si svuota e si anima solo delle voci dei turisti rimasti sull’isola, quelli alloggiati nelle poche strutture presenti, e quelli che all’ora del tramonto rientrano in porto con le loro barche.

Crediamo infatti che l’unico modo per godersi Porquerolles ad agosto sia quello di avere una barca. Durante il giorno si resta in rada davanti a qualche spiaggia e di sera, senza folle di turisti, si scende a terra per godersi la serata.

Nonostante questo, nei giorni seguenti siamo comunque riusciti a ritagliarci i nostri momenti di relax e a riposarci dopo i tanti km macinati nelle settimane precedenti. Quando scendeva la sera, fare un aperitivo, cenare, passeggiare lunghe le vie intorno al villaggio o lungo il porto, senza rumori di auto e senza caos, sono state senza dubbio le esperienze più rilassanti mai fatte in vita mia.

IMG_6886

 


 

Si conclude così il nostro viaggio in terra di Francia. Un viaggio bellissimo in una terra ricca di storia e di paesaggi sensazionali. Ricca di buon cibo, di buon vino. Davanti ai nostri occhi si sono susseguiti luoghi meravigliosi, giorno dopo giorno, chilometro dopo chilometro. Torniamo consapevoli di aver visto solo una piccola parte di quello che la Francia può offrire. Torniamo desiderosi di un altro viaggio così bello ed emozionante…

 

 

 

 

Pubblicato da

“Non dovremmo negare che l’essere nomadi ci ha sempre riempiti di gioia. Nella nostra mente viene associato alla fuga da storia, oppressione, legge e noiose coercizioni, alla liberà assoluta, e la strada porta sempre a Ovest” (Christopher McCandless) Amo questa frase, amo essere nomade e viaggiare per il mondo, le mie strade portano ovunque mi spinga la mia curiosità e la mia voglia di vedere, fotografare, scoprire ed emozionarmi, ovest, est, nord o sud che sia. Niente più di un biglietto aereo e una cartina in mano mi da questa sensazione di totale libertà, viaggerei sempre e ovunque, il mondo è così grande che non c’è un posto dove non andrei. Adoro portare per le strade del mondo questa ragazza curiosa, sognatrice, insicura, indipendente, ironica, timida, pasticciona, ansiosa, solare, testarda, fifona, buona, amicona, non convenzionale e che si descrive in terza persona! In questo blog vi voglio raccontare i miei viaggi, le mie emozioni… la mia libertà!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...